Crea sito
Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Lug 19, 2015 in Home, Sezione *Freedom* |

La Maschera

maschera

Ormai vi sarete abituati alla mia poca costanza. Purtroppo, tutto il mondo è contro di me 😉 Oggi vi lascio una sorta di indovinello, fin troppo facile da risolvere! Ditemi, vi ritrovate nella descrizione? 😉
*R.

La Maschera
Non è una vita facile la mia. Reclamata da tutti, presa con violenza, strappata via senza pietà, custodita gelosamente, tenuta per vergogna. Ogni giorno la stessa, ogni giorno diversa. Conosco ogni essere umano sulla terra, conosco ognuno nel profondo. Io so i dettagli, io so cosa c’è dietro. Ho visto cose inimmaginabili, banali, uniche, disgustose. Ho più esperienza e sentimenti di quanto io riesca a mostrare. Ho visto la sofferenza sui volti dei bambini abbandonati, il sangue di uomini ammazzati per vendetta. Ho raccolto lacrime di donne usate e poi gettate via, come carta straccia. Ho sentito il sole cocente e la pioggia gelida. Ho assaporato la dolcezza dell’amore, ho inghiottito fiele senza batter ciglio. Ho sentito l’odore della morte e della felicità. Ho ascoltato bugie camuffate da verità e verità travestite da bugie. Ho guardato gli altri vivere o fingere di farlo. Ho nascosto delusioni, amarezza, rabbia, imbarazzo. Ho finto felicità e allegria pur di tenere al sicuro il vero dolore provato. Ho dato ordini imperiosi, con il cuore tremante di paura. Ho mostrato falso timore, ribollendo di stizza e reprimendo il coraggio. Ho tenuto la testa alta o gli occhi a terra. Ho camminato con la schiena dritta o piegata in due dal peso dei doveri. Ho preteso che andasse tutto bene, anche quando il mondo mi crollava addosso. Ho frignato come una bambina viziata pur di attirare l’attenzione. Sono stata fragile, ma forte. Sono stata debole, ma indistruttibile. Carta, stoffa, legno, metallo, pelle o carne, non importa di cosa io sia fatta. Ognuno di voi mi ha indossata. Abbinata al colore delle scarpe o completamente fuori posto, ognuno di voi mi porta sul proprio viso, a volte senza nemmeno saperlo. Fingete forse che non sia così? Ecco. Avevo ragione. Mi state indossando proprio ora. Potete mentire a chiunque, ma non a me. Io sono il vostro inganno.